instagram arrow-down
Foto del profilo di Web Master
Sport Diaries

Categorie

ULTIME PAGINE

RSS Feed

Le Olimpiadi della Russia tra ingiustizie, lacrime e orgoglio

Il pianto di Yulia Efimova, le leggendarie sirene Ishachenko e Romashina, la pulce Mudranov, il rinvenuto Vlasov, il dominio delle zarine nella scherma e nella pallamano, la tenacia di Lesun, l’eleganza di Alya Mustafina, il crollo della divina Kudryavtseva, il sogno di Vesnina e Makarova. La Russia a Rio è questo e tanto altro.

Il bagno di sangue di Melbourne

Se nel novembre del 1956 L'Unione Sovietica soffoca la rivoluzione ungherese a Budapest, un mese dopo ai Giochi Olimpici Melbourne, i magiari battono i russi. Ma pure la piscina si macchia di sangue.

E l’Italia fece piangere il re

Nel 1992 la finale delle Olimpiadi di pallanuoto è un affare tra i padroni di casa della Spagna e l'Italia. Entrambe le formazioni sono guidate da allenatori balcanici ed a spuntarla sono gli azzurri.